Progetto di supporto Olistico

 

La Casa di Cura San Michele persegue un originale Modello Bio - Psico - Socio - Ambientale che consente maggiore efficacia nel raggiungimento del recupero psico-fisico del Paziente coinvolgendolo in modo “olisticamente” terapeutico in una serie di attività integrative, che abbinate alle prestazioni più propriamente sanitarie migliorano la qualità complessiva della degenza e l’efficacia dei trattamenti erogati dalla Casa di Cura.

Le principali attività proposte:

  • Riabilitazione: Rieducazione funzionale di gruppo, Rieducazione propriocettiva in realtà virtuale, Spiaggia privata (con assistenza riabilitativa, dal 15 giugno al 15 settembre);
  • Consulenze di Psicotraumatologia;
  • Discipline Olistiche, Energetiche e Bio-Naturali: Reiki;
  • Socializzazione: insieme in veranda, nella sala pranzo, nella sala Sky Sport, nel parco per cene, grigliate e farinate; feste con giochi e premi nel salone “Maria Rosa”, tornei di carte; visite guidate alle bellezze artistiche di Albenga; passeggiata nel budello di Alassio; visite guidate in altre località della zona a richiesta;
  • Percorsi salute e relax personalizzati;
  • Attività informativa/formativa.

La fiducia dei Pazienti, dei Committenti e della Cittadinanza è conquistata dalla “San Michele” quantificando e documentando il “guadagno di salute” procurato dai singoli ricoveri nella struttura. Infatti la Direzione della Casa di Cura è impegnata a documentare e quantificare il “guadagno di salute procurato al Paziente, standardizzato in base al “bisogno” iniziale, al tempo di cura a disposizione ed alla Sua collaborazione. 

Bene rende l’idea della nostra mission di “rimettere in sesto”, di “ricaricare le batterie”, di aggiungere salute e benessere la dedica, qui di seguito, che la ben nota figura di Guido CERONETTI ha voluto dedicare alla Casa di Cura.

«… È una fortuna, per me, nel 2009, e poi ciascun anno, in diverse stagioni, aver trovato un confortevole rifugio nella Casa di Cura San Michele di Albenga, dove il suo reparto privato e i suoi curanti e terapeuti rafforzano bravamente le mie difese, dando sollievo effettivo alle mie difficili condizioni di vecchiaia e di solitudine. Si può dire che a poco a poco quella luminosa camera ha preso luogo di casa, intesa come nave che salpa verso porti anonimi e méte sconosciute. La cucina è servita da ottimi cuochi e c’è un grande giardino botanico attrezzato per le riabilitazioni. In faccia al mare, una spiaggetta riservata ti allarga il respiro e allontana le ansie esistenziali …»

Cit. Guido Ceronetti